Menù del Salento

Salento: lu sule, lu mare e lu iento. Ma anche cibo e tradizioni, mantenute nel corso degli anni grazie anche all’isolamento geografico. La cucina salentina è infatti contadina, preparata con gli ingredienti che offre la terra, mescolati fra di loro con fantasia. Molto saporita, rende omaggio alle ottime materie prime di questa penisola, che tutt’ora sono i componenti base dei piatti salentini. Tra i vari antipasti proposti da questa terra, ho scelto le pittule, ovvero delle frittelle salate che possono essere insaporite aggiungendo verdure o pesce nell’impasto. Seguono le ciciri e tria (o massaciciri), ovvero la pasta con i ceci, preparata tradizionalmente per il 19 Marzo, festa del papà, ma anche festa dei poveri; gli ingredienti sono infatti semplici, sebbene ci sia una particolarità nella preparazione: la pasta viene per metà lessata e per metà fritta. Di secondo ci sono delle polpette di cavallo, carne tipica pugliese, accompagnate da purè di fave e cicoria. Infine i famosi pasticciotti, da mangiare sempre, ma soprattutto il 26 Agosto in onore di Sant’Oronzo, il primo vescovo di Lecce. Un menù per gustare alcuni dei piatti salentini più famosi!

Antipasto: Pittule
Primo piatto: Ciciri e tria
Secondo piatto: Polpette di cavallo al sugo
Contorno: Purè di fave con cicoria
Dolce: Pasticciotti

 

Dimmi cosa ne pensi!