Italia Lombardia

Risotto alla milanese

Il risotto alla milanese è uno dei primi piatti della tradizione meneghina più conosciuti e più cucinati.
Si può trovare da solo come primo piatto, oppure molto spesso accompagna l’ossobuco, formando un piatto unico.
La preparazione originale prevede l’utilizzo di riso Carnaroli, burro, brodo di carne e zafferano in pistilli e il classico procedimento di tostatura del riso e aggiunta del brodo mentre avanza la cottura.

Secondo la leggenda, il risotto alla milanese nacque l’8 Settembre del 1574, in occasione del matrimonio della figlia del vetraio belga Valerio di Fiandra che all’epoca stava lavorando alle vetrate del Duomo di Milano. Per stupire i commensali, venne aggiunto al risotto dello zafferano, che ai tempi veniva utilizzato per colorare i vetri. Nacque così il risotto allo zafferano, apprezzato da tutti per il suo gusto e per il colore che rimandava all’oro.
In realtà, questo tipo di preparazione potrebbe risalire addirittura al Medioevo (con influsso di pietanze arabe e kosher) e probabilmente il riso era semplicemente lesso in acqua (fino all’800 non si hanno testimonianze di tecniche di cottura come il risotto attuale).

Il 14 Dicembre 2007, la ricetta del risotto alla milanese ha ricevuto il riconoscimento di Denominazione Comunale (De.Co.), con conseguente deposizione della ricetta al Comune di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *